Paralisi Ostetrica

La Paralisi ostetrica del plesso brachiale è una patologia perinatale, causata da una forte trazione della testa o del braccio del neonato per promuoverne la nascita. La paralisi ostetrica del plesso brachiale può configurarsi in diversi gradi di lesioni ai nervi, tra cui la rottura delle radici nervose o tronchi, avulsione delle radici nervose dal midollo spinale, e la trazione preservando la continuità del nervo, ma causando cicatrici. Lesioni al plesso brachiale può derivare da demielinizzazione, degenerazione assonale, o avulsione. Clinicamente, questo si traduce nella compromissione delle vie  del sensoriali e/o la funzione motoria dei nervi lesionati. Solitamente c’è un recupero spontaneo, ma raramente completo.  Tuttavia, in alcuni casi di lesioni nervose gravi e con lesioni da avulsione, il recupero spontaneo non si verifica.

I neonato affetti da paralisi o Erb Plessopatia superiore presentano il braccio è ruotato internamente e pronato con nessun movimento della spalla o del gomito e si possono trovare mano e polso flessi. Con la paralisi colmpleta del plesso brachiale, tutto il braccio e la mano sono  immobili. Una sindrome di Horner (ptosi palpebrale e miosi pupillare) può suggerire una avulsione del plesso brachiale inferiore. Paralisi del nervo frenico suggerisce una lesione da avulsione molto grave.

         

 

A seconda del grado di lesioni nervose, il recupero può essere osservato entro pochi giorni. Nella maggior parte dei casi, un certo grado di recupero spontaneo si verifica entro 1 mese, anche se in alcuni infortuni, la prova di pieno recupero può non apparire per fino a 3 mesi.. Sunderland ampliato il sistema di classificazione in 5 gradi di lesioni nervose, come segue:

Una lesione di primo grado, o neuroaprassia, comporta un blocco temporaneo della conduzione con demielinizzazione del nervo nel sito di lesione. Studi elettrodiagnostici suscitare risultati normali sopra e sotto il livello della lesione, e nessun cambiamento denervazione muscolare sono presenti. Nessun segno di Tinel è presente. Una volta che il nervo ha rimielinizzato in quella zona, si verifica il recupero completo. Recupero può richiedere fino a 12 settimane.

Una lesione di secondo grado, o assonotmesi, e il risultato di un trauma più grave o compressione. Questo provoca la degenerazione walleriana distale rispetto al livello della lesione prossimale e degenerazione assonale almeno al prossimo nodo di Ranvier. In lesioni traumatiche più gravi, la degenerazione prossimale può estendersi oltre il prossimo nodo di Ranvier. Rigenerazione assonale avviene ad una velocità di circa 1 mm/die e può essere seguito con un segno di Tinel avanzo. I tubi endoneurali rimangono intatti, e il recupero, quindi, è completo in seguito alla reinnervazione degli assoni verso le vie sensoriali e motorie di origine.

Una lesione di terzo grado a differenza della lesione di secondo grado i tubi endoneurali non sono intatti di conseguenza la reinnervazione degli assoni può fallire quindi le possibilà di recupero sono varie e incomplete, il recupero può avvenire solo se l’assone riesce a reinnervare il suo obiettivo di origine.

Un quarto grado è la conseguenza di una lesione che colpisce una vasta area del plesso brachiale e preclude ogni assoni di avanzare distale al livello della lesione nervose. Ci può essere un segno di Tinel a livello della lesione, ma non avanza di là di quel livello. Non è noto alcun miglioramento nella funzione, e il paziente necessita un intervento chirurgico per ripristinare la continuità neurale, permettendo così la rigenerazione assonale motoria e sensoriale.

Una lesione di quinto grado è simile ad un quarto grado, ma presenta  una resezione completa del nervo., l'intervento chirurgico è necessario per ripristinare la continuità neurale.I risultati elettrodiagnostici sono gli stessi di quelli per una lesione di quarto grado.

Attraverso un programma di fisioterapia aiuta ad un recupero funzionale completo e alla corretta formazione degli schemi motori da parte del bambino aiutandolo a superare il trauma, che potrebbe anche qualora ci fosse un recupero assonale completo, lasciere squilibri muscolari e schemi disfunzionali.

 

 
Pediatric FisioGroup - ROMA - tel. +39-392/3847297  -  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 
** ** ** **