Piede Torto

Il Piede Torto una deformità congenita molto frequente, con patogenesi sconosciuta e molte ipotesi eziologiche, dai fattori genetici a quelli intrauterini. 

Studi più recenti indicano che questa deformità astragalica non è la lesione primaria, ma c'è una perdita dell'orientamento spaziale del legamento deltoideo e dell'inserzione del tendine del tibiale posteriore, con un accorciamento dei tessuti molli. Nel 50% dei casi il piede torto è bilaterale.

Esistono 4 varietà di piede torto congenito:

  • 1- il piede equino-cavo-varo-addotto-supinato: è la varietà più ferquente, predilige il sesso maschile; nel complesso il piede presenta una torsione sul suo asse longitudinale, per cui la faccia plantare guarda medialmente e l'appoggio al suolo avviene sul bordo esterno del piede. L'eziopatogenesi non è del tutto chiarita; è una condizione clinica ereditaria multifattoriale, condizionata da fattori ambientali e intrauterini. Alla nascita si riscontra anomalia di forma e un iposviluppo degli abbozzi cartilaginei del calcagno, dell'astragalo, dello scafoide e del cuboide; varismo, equnismo e supinazione del calcagno; sublussazione verso l'interno e verso il basso del cuboide rispetto al calcagno; adduzione di tutto l'avampiede; retrazione e ispessimento del complesso capsulo-legamentoso dell'articolazione tibio.peroneo-astragalica e astragalo-calcaneare; retrazione del tibiale posteriore e del tricipite surale.

  •               - Nel piede torto di 1° grado la deformità è modesta e non si riscontra grossa
  •                 resistenza nel tentativo di riportarlo in posizione corretta.
  •               - Nel piede torto di 2° grado si forma sul piano frontale un angolo tra la gamba e il piede 
  •                 stesso di 90°e si apprezza un po' di resistenza nel tentativo di correggerlo.
  •               - Nel piede torto di 3° grado l'angolo, sul piano frontale, tra la gamba e il piede è acuto, 
  •                 inferiore di 70°, 80°
 
  • 2- il piede talo-valgo: si presenta in maniera opposta rispetto alla varietà appena descritta, cioè in flessione dorsale; la flessione plantare è possibile solo passivamente.

  • 3- il metatarso addotto: non è una deformità molto frequente, è limitata all'avampiede ed è caratterizzata da una deviazione verso l'interno dei metatarsi e delle dita.

  • 4- il piede reflesso-valgo: è detto anche piede a dondolo, è una variante grave, ma fortunatamente rara; si presenta con un'inversione della volta longitudinale.

 
Pediatric FisioGroup - ROMA - tel. +39-392/3847297  -  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 
** ** ** **